3 strategie per le PMI che affrontano la crisi

Sono passati poco più di due mesi da quando le PMI, chi prima, chi poi, hanno dovuto riorganizzare l’intero sistema produttivo e adottato ove possibile la modalità smart working. Per tutte le attività che invece facevano dei raggruppamenti sociali il loro punto di forza, come ristoranti bar, pub, negozi di abbigliamento, parrucchieri, saloni… Questo periodo è davvero duro e molte attività si sono trovate a doversi reinventare completamente, cambiando le loro normali strategie di mercato per cercare di superare questo momento particolarmente difficile. Si tratta di una situazione che non si è mai verificata prima, quindi non scoraggiarti: non è semplice per nessuno!

Ecco tre piccoli spunti da seguire:

Adattati e reinventati
Il primo esempio che ci viene in mente riguarda tutte le attività che hanno convertito il loro business in acquisti su internet, primi fra tutti i supermercati. Tante catene si sono organizzate assicurando il servizio di spesa online e di consegna a domicilio: sono esempio di punto vendita che basava gli incassi sull’affluenza in negozio e che invece ha ribaltato questo concetto, raggiungendo le case degli acquirenti. Ci sono casi in cui però non è possibile per i clienti usufruire dei servizi offerti, nemmeno online. Basti pensare banalmente ai parrucchieri, per fare un esempio, costretti a stare chiusi: molti saloni, sfruttando le loro pagine social, hanno offerto un servizio di assistenza a distanza, con tutorial e video su come fare una messa in piega o radersi la barba nel modo corretto, un momento davvero divertente per chi è alle prime armi, accompagnando il tutto con la possibilità di acquisto e spedizioni di prodotti styling personalizzati o del giusto colore per la tinta per capelli, acquistabili non nel negozio fisico ma tramite ordinazioni online o telefoniche.
Cerchi altri esempi? Alcune imprese tessili hanno convertito le loro lavorazioni in produzione di mascherine e camici lavabili, per rispondere all’attuale richiesta di mercato e allo stesso tempo garantirsi un minimo di flusso, per mantenere in attivo i dipendenti, alcuni dei quali costretti alla cassa integrazione o peggio, rimasti a casa; molti marchi cosmetici hanno concentrato la produzione sulla realizzazione di gel disinfettanti e tante imprese di pulizie si stanno convertendo in servizi di disinfezione con macchinari adatti alla sanificazione degli ambienti.
Vendi articoli da regalo? Pubblicizza il più possibile gli oggetti sulle tue pagine personali, un’idea carina per accorciare le distanze può essere la spedizione di un regalo a casa di chi trascorre il compleanno in quarantena: quante lauree online e festeggiamenti mancati ultimamente! Assicura sconti, promozioni ai tuoi clienti e soprattutto la possibilità di spedire il regalo a casa di chi vogliono per un effetto sorpresa, in attesa di recuperare.
Insomma, non devi cambiare la tua PMI, solo partire da ciò che hai e cercare di cavalcare l’onda del cambiamento sfruttando le potenzialità della tua attività.

Investi adesso
Ti sembrerà un controsenso, ma valutare la possibilità di un aggiornamento di tutti i supporti tecnologici e digitali della tua attività è una buona idea: tieni presente che, una volta trascorsa questa situazione di emergenza, molte cose potrebbero cambiare. Ad esempio, potresti aver constatato che è più conveniente continuare a mantenere alcuni dei tuoi dipendenti in modalità smart working (se è stato possibile restare a galla adesso, pensa anche al prossimo futuro), risparmiando con l’affitto di locali più piccoli o diminuendo le spese dei costi dei trasporti del tuo team, ottimizzando i tempi di lavoro perché elimineresti le distanze. Se hai bisogno di uno svecchiamento dei tuoi pc, stampanti, smartphone aziendali, modem, connessioni, supporti e strumenti comunicativi… Il momento più adatto per un rinnovo è proprio adesso! Aggiorna il tuo sito web, ottimizza i processi di acquisto e il customer service, perché se assicurarsi di essere sempre operativi da remoto e essere sempre online e raggiungibili attualmente è fondamentale, sappi che continuerà a esserlo con le restrizioni relative alla distanza di sicurezza tra i dipendenti e al numero limitato di presenza delle persone negli spazi di lavoro; non escludere questa possibilità per dare continuità alla tua PMI.

Resta in contatto
Se la tua PMI fa parte di quelle sfortunate attività che in nessun modo sono riuscite ad adattarsi o a convertire e ridimensionare i propri servizi per garantirsi un minimo di flusso lavorativo, innanzitutto tieni duro. La luce in fondo al tunnel inizia a intravedersi e ti auguriamo di rialzarti più forte di prima.
Intanto, una buona strategia è quella di restare sempre connesso ai tuoi clienti, soprattutto per saldare ancora di più le relazioni di fiducia già instaurate nel tempo e accogliere i nuovi visitatori non appena sarà possibile per te.
Ovviamente il canale migliore per raggiungere i tuoi clienti affezionati e ottenere visibilità da quelli nuovi, restano i social! Coinvolgi i tuoi follower nelle storie, interagendo con le domande, spiegando loro che stai garantendo la sicurezza dei tuoi dipendenti e che speri di tornare operativo quanto prima; riproponi contenuti che avevano riscosso successo in passato, chiedi a chi ti segue di suggerirtene se non sai di cosa parlare con domande tipo:”Quali ricette vorreste vedere nelle storie?”, “Vi interessa l’unboxing della nuova linea che lanceremo la prossima stagione?”; gli influencer in questo caso danno il meglio di sé per creare sempre nuovi spunti per mantenere la pagina attiva e seguita e per pubblicare post e video interessanti.
Proiettati con fiducia verso la ripresa: chiedi ai tuoi follower cosa vorrebbero trovare di diverso alla riapertura e usa questo periodo per valutare rinnovi o cambiamenti. Anche la realizzazione di newsletter periodiche con articoli interessanti di life style inerenti al tuo settore faranno da stimolo per mantenere intatto il filo che ti lega ai tuoi clienti.

Siamo certi che saprai seguirai la strategia migliore per la tua PMI ma se volessi i nostri consigli, i nostri professionisti saranno lieti di aiutarti in questa battaglia!
Buon lavoro!

Per una consulenza marketing gratuita con uno dei nostri esperti certificati Google contattaci qui! Oppure chiamaci allo 02/91194527 o scrivici un messaggio su info@localweb.it per saperne di più.