5 modi in cui la tua PMI può competere con i grandi marchi

 

È fatta, ti sei lanciato in questa nuova sfida. Ora non ti resta che vedere crescere i frutti dei tuoi sacrifici: può scoraggiarti all’inizio constatare che è difficile riuscire a ricavare il tuo spazio personale tra tutti i concorrenti già affermati da tempo nel tuo settore ma, seguendo alcuni piccoli accorgimenti, anche la tua piccola impresa saprà gradualmente imporsi sul mercato. Iniziare nel modo giusto è il primo passo. Provare per credere!

  1. Mettici impegno e passione
    È il punto di partenza e il segreto per restare motivati e non scoraggiarsi di fronte alle difficoltà che si incontrano sui mercati; i piccoli imprenditori sanno quanto sia importante trasmettere costantemente ai propri dipendenti la carica e l’energia giusta per essere sempre creativi e dinamici. Resta concentrato sui risultati che vuoi ottenere e non dimenticare mai la scintilla che ha fatto sì che tu cogliessi quell’opportunità per iniziare con la tua attività.

2. Distinguiti
Bisogna avere carattere e risaltare, questo è fondamentale. Ti è mai capitato di entrare in vari negozi o ristoranti, bar ecc., e notare che hanno tutti più o meno lo stesso aspetto o offrono lo stesso tipo di prodotto più o meno uguale? O hai mai visitato diversi siti web, realizzando che hanno tutti lo medesimo design? Essere impersonali non darà la giusta visibilità al tuo brand, soprattutto in un mercato competitivo. Personalizza il tuo stile, il tuo modo di comunicare: la tua impresa deve parlare di te e per questo risultare unica rispetto alle altre. Scova i tuoi punti di forza e sviluppali. Hai pochi prodotti? Le persone sono abituate a enormi stock fornite dalle grandi aziende, con articoli in serie, ma è l’unicità di ciò che offri che ti renderà speciale.

3. Rivolgiti a mercati specifici
Per crescere in grande, bisogna pensare in piccolo. Ti sembrerà un controsenso ma le piccole imprese devono inizialmente concentrarsi su mercati ben precisi prima di approdare sui grandi piazze. Seleziona il tuo target di riferimento e rivolgiti ad un pubblico di nicchia, accresci la tua popolarità e estendi il tuo business in una determinata area e potresti addirittura colmare lacune lasciate dai grandi marchi che, troppo impegnati ad assicurare una copertura estesa, trascurano settori dove tu puoi affermarti e specializzarti. Un esempio? Mentre i grandi brand impiegano tempo per coordinare ogni dipendente e responsabile per organizzare incontri per prendere decisioni e apportare cambiamenti, tu sei già pronto a partire con un nuovo progetto da realizzare.

4. Investi da subito nelle campagne e sui social media
Non aspettare l’ultimo minuto, ricorrendo allo spamming sui profili social o a slogan accattivanti ma che si rivelano essere solo disperati appelli per la raccolta di click: partiresti decisamente col piede sbagliato. Prenditi il tuo tempo per pianificare e integrare il tuo piano di marketing sui social media già nelle prime fasi di sviluppo della tua PMI. Potranno sembrarti costi eccessivi ma ti accorgerai che sono necessari per raccogliere risultati a lungo termine. Non sottovalutare questo aspetto, è la spinta giusta per partire con la rincorsa! Anche rivolgersi agli influencer può essere un’ottima strategia; valuta bene lo stile della persona alla quale stai chiedendo di sponsorizzare il tuo prodotto, non basarti solo sul suo grande numero di follower! Meglio attingere al potere di un influencer realmente interessato al tuo settore e che sappia trasmettere la passione per quello che offri anche al suo pubblico, piuttosto che ritrovare la tua PMI citata in uno degli innumerevoli post sul suo profilo, finendo presto nel dimenticatoio. Se farai una scelta in base alla personalità e agli interessi, potresti restare sorpreso dai risultati che potresti ottenere.

5. Non trascurare i tuoi clienti
Essendo un piccolo imprenditore, puoi impiegare al meglio il tuo tempo affinché nessun dettaglio sia trascurato: primo fra tutti, l’assistenza ai clienti. Ricordati che sono loro la tua forza, dunque concentrati su tutte le cose che puoi migliorare, accogli ogni critica e suggerimento per fidelizzare il vostro rapporto. I grandi marchi non si preoccupano di perdere qualche acquirente, perché sanno che l’indomani ne avranno già recuperati il doppio ma per le PMI è importante che ogni cliente sia soddisfatto oggi per raccogliere ottimi risultati domani.