I trends del 2019

A pochi giorni dalla fine dell’anno, tra una bottiglia di spumante stappata in ufficio e gli auguri ai colleghi, tra una fetta di panettone e una di pandoro, tra un “buone feste” e un “a te e famiglia”, siamo già proiettati verso quelle che saranno le tendenze del 2019, perché il mondo digital non si ferma mai, nemmeno per il countdown di mezzanotte!
Ecco allora cosa ci riserverà il nuovo anno:

 

La crescita di YouTube

Ormai già affermato da anni come leader indiscusso di piattaforma video, nel 2019 continuerà la sua ascesa, superando le tre decine di milioni di utenti che ogni giorno caricano i propri filmati, ascoltano musica, condividono informazioni e curiosità, sostituendo quasi del tutto il concetto di televisione. I video fanno infatti ormai da padrone comparendo in quasi ogni pagina visitata e non è una novità che superato un certo numero di minuti (anzi, secondi!) cali l’attenzione dell’utente che tende a fare “skip”, cioè a saltare nella riproduzione fino al punto d’interesse. I brand quindi domineranno la rete con dei mini video, veloci e adattati al formato (Facebook, Youtube, Instagram, giornali online, siti web…), semplici, di pochi secondi ma ricchi di significato.

 

I mini influencer

Ricordate il boom iniziale delle pagine Instagram con milioni di “K” di follower (migliaia!)? Ormai è dimostrato che raggiungere così tanti seguaci (a volte, ahimé, comprati e fake) spesso non significa guadagnarsi la loro fiducia e soprattutto si assiste alla diminuzione dell’interazione. Ecco perché il 2019 vedrà crescere i mini influencer, con un pubblico più omogeneo e circoscritto al quale però si arriva più facilmente, grazie alla fiducia e alla relazione che si crea tra i follower e l’influencer stesso. Sicuramente in questo senso, giocheranno un ruolo chiave le storie; i brand potranno investire un budget minore ma avere comunque un’ottima resa.

 

Le ricerche vocali

Fatta eccezione per i nativi digital, per il resto degli utenti è ancora strano accettare l’aiuto delle ricerche vocali. Non tutti si fidano dei risultati e preferiscono comunque scorrerli coi loro occhi piuttosto che ascoltare una voce che li elenchi; eppure presto sarà la norma. Gli assistenti vocali saranno utilizzati sempre di più, almeno per gli acquisti, le domande o le procedure non troppo complesse.

 

I social commerce

La possibilità di acquistare tramite il pulsante “Buy now” sulle piattaforme social è ormai diffusa ma per il nuovo anno si prevede un aumento di vendite tramite Instagram, soprattutto grazie alle storie. Sarà infatti possibile recensire e sponsorizzare (come già fatto finora) un prodotto o un servizio, ma anche acquistare direttamente dalle storie.

 

In attesa di conoscere le prossime novità di un mondo in continuo mutamento, quello del marketing!, goditi l’atmosfera della vigilia del 31 dicembre e…Che sia un anno con botto per la tua attività!