Il rientro in azienda: come gestire la fine delle vacanze.

Le ferie sono ormai agli sgoccioli e per la maggior parte dei lavoratori si avvicina o è già arrivato il momento di rientrare in ufficio o di riaprire l’attività. Dopo aver trascorso una o due settimane a rilassarti, a prendere il sole, a fare passeggiate in montagna o a viaggiare tra le città del mondo, l’idea di tornare a chiudersi tra quattro mura e di avere di nuovo a che fare con email, telefonate, ordini, clienti da gestire… non è per niente allettante.
Ecco allora alcune dritte per rendere meno traumatico il rientro:

La sveglia

Passare bruscamente dalle circa otto, nove ore di sonno ristoratore durante i giorni di vacanza al terribile trillo della sveglia alla sette del mattino, che prepotentemente interrompe il riposo, decisamente non è il massimo. Per questo è importante che il passaggio sia graduale: l’ideale sarebbe rientrare qualche giorno prima per avere il tempo di riabituarsi ai ritmi quotidiani e andare a letto presto così da non svegliarsi stanchi e nervosi, diminuendo man mano le ore di sonno.

La routine

Se il pensiero di ritornare a occuparsi di faccende lavorative, di fare lo stesso tragitto, di riprendere i soliti ritmi ti avvilisce, beh, allora è il caso di evitarli! Fai qualcosa di diverso: la piega dal parrucchiere o indossa una camicia nuova da sfoggiare in ufficio, percorri un’altra strada, torna a piedi o prendi la moto per tornare a casa, concediti una colazione sfiziosa o un pranzo fuori con i colleghi durante la pausa. Insomma, almeno il primo giorno varia la tua routine con qualcosa di piacevole e che ti gratifichi.

Ricominciare con calma

L’dea della fine delle ferie è già di per sé stressante, dunque riparti per gradi: magari puoi cominciare a smaltire la posta elettronica accumulata durante la tua assenza o puoi richiamare quei clienti le cui pratiche avevi rimandato a dopo le ferie per riprendere i contatti. Organizza il lavoro in modo da concederti pause caffè (o sigaretta!) per dare a te stesso il tempo di riabituarti. Non è una perdita di tempo anzi, è ciò che ti serve per recuperare la concentrazione.

 

Fare il punto della situazione

Ritrovarsi con i colleghi, riunire lo staff, chiedere come abbiano trascorso le vacanze, che novità ci sono e cosa ti aspetta può essere un buon modo per ricominciare la routine lavorativa. Stabilisci i nuovi obiettivi, assegna le nuove mansioni, dai il via a altri progetti e fissa le scadenze. Dopo la pausa estiva sei sicuramente pronto a ripartire, rigenerato e carico per le nuove sfide che ti aspettano.

 

Un altro piccolo segreto per dare il massimo nel rientrare a lavoro?  Inizia a pianificare le tue prossime vacanze!