I vantaggi del social commerce

Negli ultimi anni il social commerce si è diffuso sempre di più e acquistare tramite Instagram, TikTok o Facebook è diventata una comune abitudine; a causa della recente emergenza sanitaria, molte attività hanno reinventato il loro modo di vendere prodotti e servizi, convertendosi in ecommerce e trovandosi, per questo, a cavalcare l’onda degli ultimi trends.
Nei mesi scorsi, le piattaforme di social media hanno mantenuto la loro posizione di leader nella scoperta di prodotti e nuovi marchi, attraverso la promozione tramite post e storie.
È un mercato sicuramente in espansione e man mano che le piattaforme continueranno ad accrescere le loro offerte per supportare le interazioni commerciali, assisteremo probabilmente ad una sempre maggiore adozione del social commerce da parte delle PMI.
Vediamo quali sono i vantaggi:

Il social commerce è una vera e propria raccolta di prodotti o servizi ospitati sul social network e offre una grande varietà di scelta; spesso include la possibilità di effettuare il checkout direttamente all’interno di ciascuna piattaforma.
Solitamente la maggior parte del supporto al commercio sociale avviene attualmente attraverso post organici ma esistono diverse opportunità a pagamento, come annunci sponsorizzati e specifici, incentrati su un determinato prodotto; tali inserzioni sono disponibili sulla maggior parte dei social.

Considerando che i dati dicono che un acquirente medio spende più di 300 dollari all’anno tramite i social commerce, seguendo la tendenza degli ultimi mesi, questo numero dovrebbe quasi raddoppiare nei prossimi anni! Dunque è proprio il momento giusto per valutare di sbarcare sui social con la tua attività.

Uno dei primi vantaggi per chi acquista direttamente da un social commerce è sicuramente la comodità: il processo di acquisto diventa immediato, a qualsiasi ora del giorno o della notte, con tutto il tempo di sfogliare, selezionare, riempire il carrello e valutare le offerte.
Se le modalità di pagamento sono semplificate, ben venga! Un processo fruibile e intuitivo non può che giovare alla tua PMI. Anche concentrare tutte le azioni di acquisto in un unico luogo virtuale contribuirà a consolidare l’efficienza del processo stesso.
Inoltre i micrositi sui cui si appoggiano i social commerce sono molto più compatibili con i dispositivi mobili, il che generalmente comporta un aumento dei tassi di conversione

Un altro fattore positivo è che con i consumatori che effettuano tutti gli acquisti all’interno della piattaforma social, i marchi saranno in grado di tracciare ogni azione e clic ricevuto, ottenendo una migliore visione di retargeting e reindirizzamento.

La chiave è riuscire a sfruttare poi questi segmenti nei luoghi in cui è risaputo che i consumatori passino il loro tempo libero: far conoscere il proprio marchio sui feed dei social network è davvero essenziale.
I social commerce offrono quindi ai brand la possibilità di ridimensionare le proprie attività commerciali attraverso questi canali.

Da dove cominciare?
Il punto di partenza è assicurarsi che i tuoi prodotti siano adeguatamente ottimizzati per i feed dei social, rispetto ad altre piattaforme e
che le immagini che vengono inserite siano delle dimensioni giuste per l’uso su tutti i canali social. Dovresti rispettare un rapporto di 1,91: 1 e 500 x 500 pixel.

  • Impara ad usare i tag, per delineare chiaramente e in modo immediato i gruppi di prodotti su cui desideri puntare maggiormente, come i nuovi arrivi o i must have.
  • Un’altra dritta: è fondamentale che tu abbia strumenti di analisi adeguati e gli indicatori di inventario sempre aggiornati per tenere conto dei prodotti in entrata e in uscita.

Prendi spunto dalle pagine social nate ultimamente, dai un’occhiata a come hanno organizzato l’esposizione dei loro prodotti e affidati ai professionisti per un social commerce di successo!

Per una consulenza marketing gratuita con uno dei nostri esperti certificati Google contattaci qui! Oppure chiamaci allo 02/91194527 o scrivici un messaggio su info@localweb.it per saperne di più.